Acqua Azzurra. Acqua come risorsa e valore. Alessandro Colombo e Lorenzo Sciadini di Recò dialogano con Claudio Vanni di Unicoop Firenze sui progetti avviati per la tutela del nostro patrimonio più importante.


 

L’ultimo appuntamento pre-estivo di #RecòLivestream – seconda stagione ospita Claudio Vanni di Unicoop Firenze che presenta una serie di progetti dedicati alla tutela e salvaguardia di quello che è il nostro patrimonio più cruciale, l’acqua. Il dialogo è arricchito dalla presenza del Direttore Artistico del festival Alessandro Colombo e dal Responsabile Scientifico Lorenzo Sciadini.

Già in altri appuntamenti di Recò il tema dell’acqua è stato trattato da varie angolature. Si tratta di un elemento centrale per ri-ragionare, ri-progettare e scardinare i paradigmi dell’economia lineare.

I nostri mari, i fiumi, i laghi, i canali, l’acqua nelle nostre case. Il corpo umano dipende da questo elemento, ne è composto e se ne nutre. Non possiamo lasciare che questo elemento sia vittima dell’agire indiscriminato dell’uomo ma al contrario bisogna partire dalla sua tutela per costruire un nuovo scenario.

La Toscana è la regione che più a contribuito allo sviluppo dell’Economia Circolare ed Unicoop Firenze è uno degli attori principali di questa progettazione con le sue azioni concrete su e per i territori, dalla sperimentazione di Arcipelago Pulito alla campagna Non abbandoniamole per sensibilizzare verso un corretto uso e smaltimento dei dispositivi di protezione, fino all’iniziativa Le nostre acque, presentata a Firenze a metà luglio e che prevede l’installazione di 25 “cestini” per ripulire le acque dolci e salate da plastiche e microplastiche. Il primo Seabin, questo il nome del dispositivo capace di recuperare dall’acqua oltre 500 kg di rifiuti l’anno, è stato posizionato sul fiume Arno, in prossimità del Ponte Vecchio lo scorso 16 luglio.

Leggi anche l’articolo pubblicato su Informatore