Al centro del terzo appuntamento della seconda stagione di #RecòLivestream un dibattito dedicato al riuso temporaneo degli spazi cittadini con la partecipazione di esperti del settore architettura e design.


Salvatore Peluso, architetto e uno dei fondatori de laboratorio di ricerca IRA-C, coordina il terzo episodio della seconda stagione di #RecòLivestream, lo spin-off in digitale di #RecòFestival. Al centro del dibattito il riuso temporaneo degli spazi nell’ambito di un più ampio progetto di circolarità e valorizzazione degli spazi urbani in disuso e delle periferie cittadine. Protagonisti del dibattito tre giovani architetti che hanno fatto del riattivazione urbana il fulcro del loro lavoro quotidiano.

  • Margherita Manfra: architetto e membro del collettivo Orizzontale che dal 2010 opera a Roma e in tutta Italia. Il gruppo si occupa di riattivazione degli scarti urbani a partire dall’intercettazione di luoghi, idee ed ogetti espulsi dal ciclo (ri)produttivo della metropoli e attiva processi collaborativi per mezzo di interventi semi-temporanei ed architetture minime, “atti pubblici” durante i quali i residui materiali e immateriali si restituiscono mutualmente senso.
  • Cosimo Balestri: architetto e membro di ECÒL, uno studio multidisciplinare di progettazione e ricerca. Nata nel 2016 a Prato si è velocemente espansa prima verso Firenze e poi a Londra offrendo strategie ed estetiche non convenzionali in risposta a problemi ed esigenze contemporanee.
  • Cristina Setti: architetto e membro di ND Studio che si occupa di Architettura e Design basati su principi di sostenibilità economica, ambientale e sociale con l’obiettivo di innescare processi di trasformazione e valorizzazione urbana e sociale. Con sede a Firenze, nasce dalla variegata esperienza dell’Associazione Culturale NO DUMP